Obiettivi del bando e modalità di partecipazione, tra i temi del terzo tavolo di progetto

26 le associazioni partecipanti all’incontro on line dedicato al bando. Illustrati i bisogni di intervento che il progetto vuole affrontare. Sarà importante la dimensione generazionale, col coinvolgimento di giovani e anziani. Indicate le modalità di presentazione o e i documenti necessari.   

Ventisei associazioni e organizzazioni di volontariato hanno preso parte alla presentazione del bando per il finanziamento di iniziative pilota nell’ambito dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni, creato dalla rete di Marche_active@Net

L’incontro del 10 maggio su piattaforma Zoom, come da programma, è stato incentrato soprattutto su obiettivi, azioni, risultati attesi. A illustrare tali aspetti è stato il coordinatore dell’Ats 22, Domenico Fanesi. Mentre Chantal Ionni, Project manager CSV ha spiegato le caratteristiche dell’avviso pubblico, i vincoli di partecipazione, le aree prioritarie di intervento, budget e distribuzione risorse a livello territoriale, aspetti tecnico-amministrativi e iter di realizzazione dei progetti

Inoltre, il tavolo online del 10 maggio è stato un momento per mettere a fuoco necessità e bisogni dei sei Ats dove si vuole intervenire, quelli di Ascoli, Macerata e Fermo, colpiti dal sisma 2016. Con una particolare attenzione sulla dimensione intergenerazionale ovvero su attività e misure che prevedano l’attivo coinvolgimento di giovani e anziani, come sottolineato nel suo intervento da Valerio Valeriani, coordinatore ATS 16, 17 e 18.

È quindi seguita la spiegazione sulle modalità di presentazione delle proposte online, con l’illustrazione dell’Area Riservata del sito CSV Marche , la compilazione del form online, del piano economico e la presentazione della documentazione  necessaria.

I partecipanti sono intervenuti in rappresentanza di associazioni e organizzazioni di volontariato con sede nelle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, territori target dell’avviso pubblico.